Arancine alla Norma

RSS
Arancine alla Norma

Introduzione alla ricetta

La pasta alla norma è una ricetta tipicamente catanese ma diffusa in tutta la Sicilia, tradizionalmente condita con sugo al basilico, melanzane fritte e ricotta salata. Il nome di questa ricetta ha origine dal commediografo catanese Nino Martoglio, vissuto fra la fine dell’Ottocento e i primi del Novecento. Sembra infatti che assaggiando questo piatto egli esclamò: “Chista è ’na vera Norma”, paragonandone l’eccellenza del gusto a quella del capolavoro musicale di Vincenzo Bellini.

Nella sua trasposizione in arancine, è stata rispettata la ricetta originale, con l’unica variante della concentrazione del sugo, molto ridotto e concentrato rispetto a quello della pasta.

Siciliane

Media

160 grammi

Vegetariana

Ingredienti per circa 12 arancine da 160 grammi

Per il riso:

  • 500 gr di riso (noi, di solito, usiamo metà della varietà Roma e metà della varietà Originario)
  • 1,1 litri di brodo vegetale
  • 2 bustine di zafferano
  • 10 gr di sale
  • 60-100 gr di burro

Per la finitura:

  • 100 gr di farina
  • 180 ml di acqua
  • 2 uova 
  • pangrattato

Per la farcia:

  • 2 melanzane nere
  • 200 ml di passata di pomodoro ciliegino
  • 80 gr di ricotta salata
  • uno spicchio d'aglio
  • qualche foglia di basilico fresco
  • olio extra vergine di oliva
  • sale quanto basta
  • pepe nero quanto basta

Preparazione di riso e condimento

Come preparare il riso

Il riso

Preparare il riso:

  • In una pentola, mettere il brodo, il burro, lo zafferano e il sale
  • Quando il brodo è in ebollizione, aggiungere il riso e mischiare bene
  • Coprire e lasciar cuocere a fiamma bassa finché il riso non assorbe tutto il brodo e risulta cotto ma al dente
  • a cottura ultimata, mantecare con del formaggio (facoltativo), versare il riso su un piano freddo e stendere in maniera uniforme per permettere un rapido raffreddamento
  • Quando il riso si è intiepidito, è pronto per poter preparare gli arancini

Per un approfondimento sul riso Clicca Qui

Come preparare il condimento

Il condimento

  • Privare le melanzane delle estremità e tagliare a cubetti regolari
  • Porre i cubetti di melanzana in un colapasta, cospargere con sale grosso e lasciare riposare per almeno 30 minuti per far perdere l’acqua di vegetazione, che è amara
  • Trascorso questo tempo, sciacquare bene le melanzane e tamponare con un canovaccio o con carta assorbente
  • In una padella capiente, far scaldare abbondante olio extravergine di oliva e, quando è ben caldo, friggere i cubetti di melanzana (pochi per volta per non fare abbassare la temperatura dell’olio), poi porre su carta assorbente
  • Tritare finemente il basilico
  • Schiacciare lo spicchio d’aglio intero senza sbucciarlo con la lama di un coltello
  • Far imbiondire l’aglio in un filo d’olio d’oliva, poi aggiungere le melanzane, fare insaporire e aggiungere la passata di ciliegino e il basilico
  • Cuocere a fiamma bassa per una decina di minuti, poi spegnere il fuoco e lasciare intiepidire
  • Aggiungere al sugo la ricotta salata a scaglie e mischiare bene

Frittura

Panatura dell'arancino

La finitura

Passare gli arancini nella pastella e nel pangrattato come riportato in seguito:

  • In una ciotola, porre la farina
  • Aggiungere l’uovo e l’acqua e sbattere bene con delle fruste
  • Quando la pastella risulta liscia e densa, passarvici gli arancini
  • Subito dopo, passare gli arancini nel pangrattato
Frittura dell'arancino

La frittura

Friggere in abbondante olio fino a doratura, per un’ottima frittura usare uno tra questi oli: olio di semi, olio di arachidi, olio di oliva, olio di palma.

  • Far raggiungere ai suddetti oli la temperatura ideale di 190°, sia in pentola che impostandola manualmente sulla vostra friggitrice.
  • Accettarsi del raggiungimento della temperatura immergendo una mollica di pane, la quale se sfrigola, indica che l’olio è pronto.
  • Immergere quindi delicatamente gli arancini, possibilmente pochi per volta per non abbassare troppo la temperatura dell’olio.
  • Porre infine su carta assorbente e servire.

Buon appetito!

Variante

Per chi non la amasse, è possibile sostituire la ricotta salata con formaggio primosale fondente.

L'idea in più

Per rendere le arancine alla norma ancora più gustose, è possibile arricchire il riso con pezzettini di melanzane fritte.

Cosa ne pensi della ricetta? Inviaci le foto!

Post Precedente

  • Arancinotto Staff